Luoghi da visitare

Hotel Luciana

La Versilia

La Riviera della Versilia si estende per circa 20 km partendo da Torre del Lago Puccini fino a Marina di Massa. Fin dagli anni '60, le sue lunghe spiagge, il mare e la presenza di numerosi VIP ne hanno consolidato la fama, la cultura e la tradizione in quanto luogo di mondanità e divertimento.

Pensando alla Versilia viene subito in mente la vita notturna, il mare e le vacanze che grazie ad un clima mite ed alla vicinanza a importantissime città d’arte toscane quali Lucca, Pisa, Firenze, Siena, San Gimignano e Volterra, offre la possibilità di svago, cultura e soggiorno lungo tutto il corso dell'anno.


Cave di Marmo (Carrara)

Sulle Alpi Apuane le spettacolari cave di marmo riflettono un’immagine suggestiva. Qui la preziosa pietra bianca viene estratta fin dall’epoca dei romani. Da allora è utilizzata per impieghi di ogni genere: dai semplici oggetti alle più famose opere d’arte e d’architettura. In passato blocchi di marmo venivano trasportati con un’antica tecnica manuale: la “lizzatura”, rievocata ogni anno, grazie al coraggio e all’abilità degli ultimi lizzatori viventi.


Cinque Terre

Il fascino della collina che si sporge sul mare, una stupenda coreografia disegnata da un romantico pittore che ha tracciato un quadro di rara intensità emotiva. Una perla unica, vanto della provincia spezzina, meta da sempre di turismo internazionale. Case e sentieri sospese tra cielo e terra, spettacolo naturale unico rimasto incontaminato e fedele alla tradizione marinara. Il viaggio attraverso le splendide località delle Cinque Terre inizia con l'uscita autostradale di Brugnato. quindi superando Borghetto Vara, Pignone si arriva a Monterosso, primo dei cinque piccoli borghi. La particolare conformità del territorio, ricavato dalla roccia, rende ancor più suggestivo l'arrivo. Accoglie il turista la statua del Gigante, un Nettuno appoggiato alla scogliera quasi a custodire il mare. E poi Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Queste ultime località sono unite dalla famosa Via dell'Amore: il sentiero che corre sul mare è l'immagine più romantica e significativa di un affresco naturale di estremo fascino.


Pisa

Sorge sulle rive dell'Arno, vicino alla sua foce e fu importante Repubblica Marinara espandendo il suo dominio fin sulla Corsica. La sua decadenza fu determinata sia dalla rivalità con le città dell'entroterra (Lucca e Firenze) ma soprattutto dallo scontro con Genova altra Repubblica Marinara con la quale contendeva i traffici verso l'Oriente.


Lucca

La città di Ilaria, sposa sfortunata. Certo si sprecano le definizioni date di Lucca, una delle più illustri città italiane, scrigno prezioso di gioielli di incomparabile bellezza e di straordinario valore storico-artistico. Fra le tante ci piace sceglierne una di Mario Tobino: "Perché così ami Lucca? Perché è un villaggio. Nonostante i marmi, ne ha il cielo leggero". Due righe per fermare l'integrità di un centro storico perfettamente racchiuso entro una cinta muraria giunta intatta fino ai giorni nostri. Per marcare la qualità dei monumenti che punteggiano il tessuto cittadino.


Firenze

Firenze, città di circa mezzo milione di abitanti, sorge in riva all'Arno, tra il mare Tirreno e l'Adriatico, quasi al centro della penisola italiana. E' una città vivace per attività industriali e artigiane, per scambi commerciali e culturali, per vita artistica e scientifica. Firenze conserva un eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza splendida della sua secolare civiltà. A Firenze vissero Cimabue e Giotto, padri della pittura italiana; Arnolfo e Andrea Pisano, rinnovatori dell'architettura e della scultura; Brunelleschi, Donatello e Masaccio, iniziatori del Rinascimento; Giberti e i Della Robbia; Filippo Lippi e l'Angelico; Il Botticelli e Paolo Uccello, e i geni universali di Leonardo e di Michelangelo.


Siena

Città della Vergine e della Balzana, Bianca e nera. Poco incline alle mezze misure, proprio come il suo simbolo araldico. Siena passionale e contemplativa, sempre in salita e sempre in discesa, limpida e oscura. Dai chiassi più ripidi e stretti il rosso della Piazza del Campo si affaccia accecante e improvviso. La Maestà di Duccio di Buoninsegna fronteggia quella di Simone Martini, incombono il Buongoverno del Lorenzetti e il pulpito di Nicola Pisano. Occhieggiano nelle chiese Domenico Beccafumi e Rutilio Manetti. Nei vicoli. nei musei e negli oratori di Contrada i canti propiziatori del Palio evocano riti antichissimi e moderne allegorie, mentre lo scalpiccio delle suole sul selciato deserto, la sera, fa da contrappunto alla quiete delle vallate verdi previdentemente racchiuse dagli antichi amministratori, con secoli di anticipo sui tempi, entro le mura.


Volterra

Situata nel cuore della Toscana, a circa 40 km dal mare e a modesta distanza dai tre centri universitari toscani e dalle più importanti città d’arte e della regione (Firenze: 72 km; Siena: 50 km; Pisa: 64 km; S.Gimignano: 29 km), Volterra rappresenta una meta obbligata per qualsiasi turista oltre che un luogo ideale per soggiorni di studio ad ogni livello e per vacanze rilassanti in un contesto paesaggistico di grande suggestione.


Lunigiana

La Lunigiana trae il suo nome dalla città di Luni, fondata dai Romani nel 177 a.C. alla foce del fiume Magra, e si identifica oggi nella vallata di questo fiume e in quelle dei suoi affluenti, mentre i suoi confini storici sono molto più ampi. Situata tra la Toscana e la Liguria, di entrambe queste regioni ripropone i caratteri più peculiari nel paesaggio, nelle composite culture, nelle emergenze architettoniche e nella cordialità della gente. Una piccola regione, omogenea e ricca di storia, che si presenta come un vero caleidoscopio di luci, di colori e di immagini prestigiose con sullo sfondo scenari verdissimi che si concludono, in alto, nelle seghettate cime Apuane e nelle vaste distese prative dell'Appennino. E ovunque sono visibili le tracce della storia italiana ed europea che qui e' passata lasciandovi il segno: dalla lontana preistoria al medioevo, all'età' moderna.


Isola d'Elba

La Storia ha voluto che l’isola d’Elba fosse teatro di grandi eventi: non esiste civiltà del Mediterraneo che non abbia lasciato tracce rilevanti del proprio passaggio. Per gli Etruschi l'Elba costituì un'inesauribile fonte di ricchezza:sfruttavano le miniere ed esportavano il ferro in tutto il bacino del Mediterraneo, ricavandone enormi ricchezze. Dei cinque secoli di dominazione etrusca rimangono diverse necropoli, alcuni resti di forni fusori e numerosi "villaggi d'altura", inseriti in scenografie inimitabili. I Romani apprezzarono l’Elba per il suo ferro, ma anche per i fanghi curativi: come testimonia una delle due ricche ville patrizie, individuate nel l’isola, e i cui resti si trovano in prossimità dell’attuale struttura termale. Il Medioevo vide la dominazione pisana, di cui restano alcune importanti e suggestive costruzioni a difesa del territorio, che dimostrano quanto il possesso dell’isola fosse importante.